banner home

eau



INVESTIRE A DUBAI - DESIGN DISTRICT FREE ZONE

Scritto da STEFANO CAPRANI in data 24 Novembre 2015 23:37

Dubai Design District - D3 è la nuova Free Zone di Dubai dedicata al design, all’arte e alla moda.

Creata nel giugno del 2013 vicino alla Business Bay area, la Free Zone ha lo scopo di attirare i leader mondiali nei settori dell’arte, della moda e del design e rendere quindi Dubai un punto di riferimento del settore della moda a livello mondiale oltre che il cuore del design del Medio Oriente.

Una cittadella della moda che prevede oltre a spazi concepiti appositamente per i designer con i loro showroom, laboratori e punti vendita, spazi residenziali ed alberghieri anche la realizzazione di un lungomare di circa 2 Km, coste

llato di hotel, negozi, gallerie e boutique di lusso.  

Molte quindi le opportunità d’investimento per l’investitore straniero che intende aprire una società Free Zone o avviare un’attività nella D3 Free Zone.

Costituire una società nella Free Zone D3 significa avere un accesso privilegiato al mercato del lusso, della moda e del design d’interni che nei Paesi del Golfo è stimato a 54 miliardi di dirham (circa 13.8 miliardi di euro), e negli Emirati Arabi Uniti - EAU intorno ai 23 miliardi di dirham (circa 6 miliardi di euro).

Aprire una società D3 significa beneficiare di un doppio regime di licenze:

  • Una licenza per operare all’interno della D3 Free Zone.
  • Una per operare sul territorio emiratino (c.d. mainland). In questa situazione, le società dovranno rispettare tutti i requisiti necessari per le società costituite mainland, cioè pagare a titolo di imposta il 5% annuo dell’affitto, avere uno sponsor EAU o un agente locale in EAU.
  • Possibilità di vendere anche prodotti ad imprese e consumatori in un contesto esente da tassazione.

A grande favore delle società Free Zone in EAU, il fatto che gli Emirati Arabi Uniti, sono un Paese a zero tassazione. Gli Emirati Arabi Uniti hanno siglato alcuni accordi e trattati bilaterali con altri Paesi, affinché non si possa evitare il fenomeno della doppia imposizione fiscale.

Gli accordi/convenzioni e trattati bilaterali sono stati siglati con molti Paesi, tra i quali: Regno Unito, Francia, Spagna, Italia e molti altri Paesi UE e extra-UE.

Naturalmente, oltre all’assenza totale di tassazione, anche questa Free Zone EAU presenta le caratteristiche tipiche delle altre Free Zone in EAU, che le rendono assai attrattive per gli investitori stranieri, ossia:

  • La piena proprietà straniera del capitale sociale.
  • La libera possibilità di trasferire, completamente e senza alcuna formalità, profitti ed utili all’estero.

L’obiettivo della D3 Free Zone è di favorire la crescita della piccola e media impresa nel settore della moda, dell’arte e del design stimolando di conseguenza l’incremento occupazionale, di aumentare il contributo al PIL del settore, di sviluppare la promozione di prodotti e marchi creati negli Emirati Arabi Uniti-EAU, di aumentare il turismo nel settore dell’arte, della moda e del design.

La D3 Free Zone rappresenta un altro progetto concreto del Governo di Dubai di voler diversificare l’economia locale attraverso il rafforzamento del settore terziario.

BBC-LLP partecipa indirettamente a questo processo di diversificazione attraverso il Progetto PEE, uno strumento di accompagnamento all’impresa nell’insediamento e nello sviluppo del suo business nel mercato degli Emirati Arabi Uniti – EAU.

BBC-LLP offre una prima consulenza gratuita - Primo Contatto.

questioncontact